Attendere prego...
Forza Italia Il Popolo della Libertà

Proposte

interrogazione a risposta immediata in commissione sulle sofferenze bancarie derivanti da crediti concessi al di fuori dei criteri di meritorietà del credito
Atto Camera Interrogazione a risposta immediata in Commissione 5-05837 presentata da ELVIRA SAVINO martedì 20 dicembre 2011, seduta n.563 SAVINO. - Al Ministro dell'economia e delle finanze. - Per sapere - premesso che: secondo quanto emerge dalle statistiche della Banca d'Italia, le sofferenze derivanti dai crediti divenuti praticamente inesigibili sono cresciute del 39,9 per cento, passando da 72,9 miliardi di fine settembre 2010 a 102 miliardi di fine settembre 2011; gran parte del peso di queste sofferenze bancarie è a carico delle famiglie consumatrici, con 24 miliardi, e a carico delle famiglie produttrici, con 9,9 miliardi, seguite poi da società semplici e piccole imprese; recenti notizie di stampa (La Repubblica del 19 novembre 2011) riportano che secondo il ...
interrogazione a risposta in commissione sull'acquisto di bund da parte della banca centrale tedesca
Atto Camera Interrogazione a risposta in Commissione 5-05820 presentata da ELVIRA SAVINO giovedì 15 dicembre 2011, seduta n.561 SAVINO. - Al Ministro dell'economia e delle finanze. - Per sapere - premesso che: la banca centrale tedesca nell'ultima asta primaria di collocamento dei titoli di Stato ha comprato i bund rimasti invenduti per il 35 per cento; la Germania, infatti, aveva promosso un tasso dell'1,98 per cento di 6 miliardi di bund ma gli investitori che non hanno accettato questo interesse così basso, hanno comprato solo 3,8 miliardi di titoli tedeschi e così la Germania ha consentito alla Bundesbank di entrare nell'asta primaria come prestatore di ultima istanza e comprare il restante 35 per cento dei titoli di Stato; questo intervento della Bundesbank, ...
Modifiche al testo unico di cui al Dlgs26 marzo 2001, n. 151, indennità di maternità e l'introduzione del congedo di paternità obbligatorio
XVI LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI N. 4838 ________________________________________ PROPOSTA DI LEGGE d'iniziativa del deputato SAVINO Modifiche al testo unico di cui al decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151, concernenti l'indennità di maternità e l'introduzione del congedo di paternità obbligatorio Presentata il 13 dicembre 2011 Onorevoli Colleghi! — La presente proposta di legge reca misure volte a tutelare l'evento della nascita e ad accrescere il benessere della madre, del bambino e della famiglia, promuovendo una bigenitorialità attiva e concreta. Uno degli obiettivi più alti della politica, infatti, in questo momento storico è quello di individuare e di promuovere misure di incentivazione della natalità e di protezione del ...
Razionalizzazione dell'utilizzo degli spazi da parte delle amministrazioni dello Stato
L'onorevole Savino sta discutendo nell'ambito della Commissione Finanze in sede referente le "Disposizioni in materia di razionalizzazione dell'utilizzo degli spazi da parte delle amministrazioni dello Stato" (AC 4149) . La proposta di legge in esame si propone di definire standard tecnici per l’assegnazione degli spazi in uso alle amministrazioni statali, determinando i criteri della quantificazione del fabbisogno di spazio delle amministrazioni dello Stato in rapporto al numero, alla funzione e alle qualifiche del personale impiegato. Nel dettaglio la proposta, costituita da un unico articolo, stabilisce i parametri che le amministrazioni dello Stato devono applicare nella determinazione dei rispettivi fabbisogni di spazio allocativo che sono tenute a comunicare ...
Introduzione del principio del pareggio di bilancio nella Carta costituzionale
Alla Camera si sta discutendo l'"Introduzione del principio del pareggio di bilancio nella Carta costituzionale" (A.C. 4205 E ABB. - A) Il punto principale del provvedimento è l'articolo 1, che dispone che lo Stato, nel rispetto dei vincoli dell’UE assicura l’equilibrio tra entrate e spese del proprio bilancio, il cosiddetto “pareggio di bilancio”. Si prevede che l’equilibrio del bilancio da perseguire ha natura strutturale, non potendo essere insensibile all’andamento del ciclo economico. Non è consentito l’indebitamento se non al verificarsi di eventi eccezionali e di grave recessione economica. In tali casi il ricorso all’indebitamento deve essere approvato a maggioranza assoluta dalle due Camere. Anche il ...
Interrogazione dell'on. Savino sul regime contrattuale del settore ferroviario
Interrogazione a risposta scritta 4-13837 presentata da ELVIRA SAVINO martedì 8 novembre 2011, seduta n.547   SAVINO. - Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, al Ministro del lavoro e delle politiche sociali. - Per sapere - premesso che: il Governo, all'articolo 8, comma 3-bis, del decreto-legge n.138 del 2011, ha introdotto una norma che impone alle imprese ferroviarie l'obbligo di osservare la normativa regolamentare ed i contratti collettivi nazionali di settore; le aziende private del settore ferroviario hanno accusato il Governo di voler applicare loro un testo, il contratto delle Ferrovie dello Stato, obsoleto ed eccessivamente oneroso; in realtà, la norma non impone alle imprese ferroviarie il contratto collettivo nazionale del lavoro attualmente ...
Interrogazione dell'on. Savino sul recepimento della direttiva UE relativa ai ritardati pagamenti da parte della P.A.
Interrogazione a risposta scritta 4-13816 presentata da ELVIRA SAVINO lunedì 7 novembre 2011, seduta n.546 SAVINO. - Al Ministro dell'economia e delle finanze, al Ministro per le politiche europee. - Per sapere - premesso che: il Parlamento ed il Consiglio europeo il 16 febbraio del 2011 hanno approvato il testo della nuova direttiva europea, 2011/7/UE, relativa alla lotta contro i ritardi dei pagamenti nelle transazioni commerciali, che reca nuove e più dettagliate disposizioni sulla materia, abrogando, con decorrenza dal 16 marzo 2013, la precedente normativa contenuta nella direttiva 2000/35/CE; rispetto alla precedente, la nuova direttiva europea ha un ambito applicativo piuttosto ampio. Gli strumenti in essa contenuti, infatti, si estendono a «tutte le ...
Disciplina dei cimiteri per animali di affezione
XVI LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI N. 4717 ________________________________________ PROPOSTA DI LEGGE d'iniziativa del deputato SAVINO Disciplina dei cimiteri per animali di affezione Presentata il 26 ottobre 2011 Onorevoli Colleghi! — Sono sempre più numerose le persone che in Italia convivono con animali cosiddetti «di affezione» e il legame affettivo che si crea tra l'uomo e l'animale è molto profondo, fatto di amore, rispetto, fiducia, comprensione ed empatia. Gli animali di affezione supportano l'uomo nelle difficoltà della vita, alleviano le sue sofferenze e, a volte, curano l'uomo affetto da particolari malattie, psichiche o fisiche; si pensi, ad esempio, alla pet therapy. Gli animali di affezione sono considerati dai loro padroni non cose o ...
Modifiche agli articoli 41, 45, 97 e 118, comma quarto, della Costituzione
La Camera sta discutendo le Modifiche agli artt. 41, 45, 97 e 118, co. 4 della Costituzione (A.C.4144-A). La I Commissione Affari costituzionali ha avviato in data 19 aprile 2011 l’esame di quattro proposte di legge costituzionale, (C. 3039 Cost. Vignali, C. 3054 Cost. Vignali, C. 3967 Cost. Beltrandi e C. 4144 Cost. Governo), aventi ad oggetto la revisione di alcune disposizioni costituzionali (nel dettaglio, gli articoli 41, 45, 47, 53, 97 e 118). Il nucleo centrale delle modifiche riguarda la c.d. Costituzione economica ed, in particolare, l’articolo 41 relativo alla libertà di iniziativa economica privata. Nel seguito dell’esame è stata abbinata una ulteriore proposta di legge di iniziativa parlamentare (C. 4328 Cost., Mantini). In data 15 settembre, ...
Interrogazione a risposta immediata sulla mancata attuazione del regime fiscale di attrazione europea
Interrogazione a risposta immediata in Commissione 5-05539 presentata da ELVIRA SAVINO martedì 18 ottobre 2011, seduta n.537 SAVINO. - Al Ministro dell'economia e delle finanze. - Per sapere - premesso che: i sistemi fiscali nazionali degli stati dell'Unione europea sono talmente eterogenei che per un'impresa può diventare complicato e costoso espandere la propria attività nel mercato unico, all'interno del quale persone, beni, servizi e capitali possono circolare liberamente; per attrarre aziende estere ad investire sul territorio italiano, il Governo ha introdotto uno strumento ad hoc, definito «regime fiscale di attrazione europea», introdotto con l'articolo 41 del decreto-legge n. 78 del 2010; tale misura offre alle imprese che intraprendano in Italia ...
Interrogazione in Commissione sulla mancata attuazione del regime fiscale di attrazione europea
Interrogazione a risposta immediata in Commissione 5-05539 presentata da ELVIRA SAVINO martedì 18 ottobre 2011, seduta n.537 SAVINO. - Al Ministro dell'economia e delle finanze. - Per sapere - premesso che: i sistemi fiscali nazionali degli stati dell'Unione europea sono talmente eterogenei che per un'impresa può diventare complicato e costoso espandere la propria attività nel mercato unico, all'interno del quale persone, beni, servizi e capitali possono circolare liberamente; per attrarre aziende estere ad investire sul territorio italiano, il Governo ha introdotto uno strumento ad hoc, definito «regime fiscale di attrazione europea», introdotto con l'articolo 41 del decreto-legge n. 78 del 2010; tale misura offre alle imprese che intraprendano in Italia ...
Interrogazione dell'on. Savino al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, al Ministro dell'economia e delle finanze, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti
Atto Camera Interrogazione a risposta scritta 4-13632 presentata da ELVIRA SAVINO lunedì 17 ottobre 2011, seduta n.536 SAVINO. - Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, al Ministro dell'economia e delle finanze, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. - Per sapere - premesso che: nel 1991 l'alta velocità venne concepita ad uso esclusivo dei treni di Stato ed infatti la delibera n. 971 dell'Ente Ferrovie dello Stato del 7 agosto 1991, stabilisce che «l'esercizio e l'utilizzo delle infrastrutture realizzate dalla società concessionaria è riservato, in via esclusiva, alla gestione unitaria dell'Ente Ferrovie dello Stato»; vent'anni dopo è nato il primo operatore privato italiano sulla rete ferroviaria ad alta ...